Cos'è il Pedibus?

Il PEDIBUS è “uno scuolabus a piedi”, un’azione partecipata che promuove la mobilità a piedi nel tragitto casa-scuola.

 

I bambini iscritti al PEDIBUS, organizzati in piccoli gruppi, sono accompagnati da genitori e/o nonni volontari e si recano da casa a scuola seguendo itinerari definititi e certificati dai vigili: le “linee PEDIBUS”.

about

Come si realizza il Pedibus di Milano?

Le scuole che aderiscono al progetto PEDIBUS si avvalgono dell’accompagnamento e del supporto dell’Ufficio per il Pedibus, di ABCittà e di Legambiente per promuovere, organizzare e realizzare il proprio PEDIBUS locale.

Il percorso prevede l’attivazione di un gruppo promotore e di strumenti e azioni specifiche quali: questionari per adulti e bambini, laboratori scolastici in classe e/o corsi
di formazione e accompagnamento con gli insegnanti, verifica sul campo in collaborazione con il corpo dei vigili, workshop con i genitori, avvio e monitoraggio delle linee del PEDIBUS.
Il progetto prevede la realizzazione di:

  • un sito internet dedicato alla presentazione del progetto nella sua dimensione cittadina,
  • la documentazione dei risultati raggiunti, l’animazione di uno spazio virtuale di dialogo tra genitori, insegnati e bambini
  • un KIT-PEDIBUS per supportare e promuovere il progetto attraverso: pettorine catarifrangenti e gadgets che siano un elemento di riconoscimento e promozione e del muoversi in modo sostenibile;
  • la partecipazione a eventi locali, cittadini, nazionali e … internazionali.

Quali sono gli obiettivi del progetto Pedibus?

Il progetto PEDIBUS realizza un percorso di educazione ai comportamenti responsabili e consapevoli.


Coinvolge bambini e adulti sui temi della salvaguardia dell’ambiente, dell’educazione stradale, della conoscenza del territorio.

PEDIBUS è un’occasione concreta per:

  • Avviare una conversazione sociale sulle tematiche della mobilità e proporre soluzioni locali alternative e partecipate;
  • Difendere la mobilità lenta e favorire l’accessibilità della città per tutti, soprattutto per i bambini;
  • Promuovere l’autonomia dei bambini e facilitare azioni di scoperta e conoscenza del proprio territorio di vita;
  • Sperimentare la creazione e la fruizione di percorsi protetti con l’obiettivo di diminuire il traffico automobilistico;
  • Sensibilizzare i bambini e le famiglie sui possibili modelli di vita “eco-compatibili” e più salutari;
  • Rendere “più vivibili” le strade e la città.